Top 5 books of 2016/ I 5 libri migliori del 2016

Dato che le mie letture quest’anno non sono state proficue, farò una semplice top 5 dei miei libri preferiti letti nell’anno 2016. Nel mio scorso e ultimo post ho fatto una semplice carrellata dei 27 libri letti, ora invece vi descriverò perché questi 5 libri mi sono rimasti nel cuore. Ve li presenterò senza un ordine preciso, dato che comunque ero troppo indecisa su una classifica vera e propria. Cominciamo subito:

I Segreti della Casa sul Lago

di Kate Morton

SOVR_978882005980_Morton_I segreti.indd

Ultimo romanzo di questa scrittrice straordinaria, I segreti della Casa sul Lago si conferma uno dei libri più belli letti lo scorso anno. La Morton conserva ancora il suo stile di scrittura serrato, la corrispondenza tra presente e passato, le sue ambientazioni gotiche e storie d’amore meravigliose-mai stucchevoli. Se vi piacciono le saghe famigliari, questo romanzo è super consigliato.

L’Apprendista Assassino

Di Robin Hobb

517g9josml-_sx340_bo1204203200_

Grandissima questa casa editrice, la Fanucci Editore, che FINALMENTE ha deciso di ristamprare questa autrice; autrice di cui avevo sentito parlare tantissimo dagli youtubers nostrani e anglosassoni in maniera così positiva che la mia curiosità pian piano aumentò sempre di più. Se avete voglia di un bel fantasy vecchio stile, QUESTO primo libro di una trilogia fa al caso vostro. La storia che la Hobb ha saputo scrivere è a dir poco meravigliosa, intrigante e piena di ogni caratteristica che un buon libro fantasy deve avere. Caldamente consigliato!

Espiazione

di Ian McEwan

51ikbvbf2b-l-_sy264_bo1204203200_ql40_

Da tanti anni avevo rimandato la lettura di questo meraviglioso romanzo, finché un giorno decisi che lo avrei finalmente finito. Superato lo scoglio dei primi 3 capitoli, questo romanzo cattura dalla prima all’ultima pagina, ricco di emozione in uno scenario orribile della guerra mondiale. Una storia di un errore, di un amore che dopo tutto dura nel tempo, di un’espiazione. Meraviglioso!

Abbiamo sempre vissuto nel Castello

di Shirley Jackson

8d53fb0ee20bb01367557bcae83b08d5_w600_h_mw_mh_cs_cx_cy

Altra autrice scoperta grazie ad una youtuber che seguo, Abbiamo sempre Vissuto nel Castello è uno dei primi romanzi considerati horror. Ma più che horror, devo dire che questo strepitoso romanzo ha delle atomosfere da ansia pura. La Jackson è un modo straordinario di descrivere la malattia mentale, l’angoscia e un mondo caotico e disturbato. Davvero imperdibile a tutti gli amanti del genere!

I Pilastri della Terra

di Ken Follett

image_book

Altro scoglio superato, questo fantastico romanzo storico supera ogni magnifico altro libro storico. L’autore attraverso le pagine riporta in vita anni e anni di storia, di arte, di intrighi, di amori, e di tutto ciò che di più bello c’è. Non si possono aggiungere altre parole al riguardo…Eccezionale!

Alla prossima e buona befana! ♥

Annunci

Wrap Up febbraio 2016

Buona domenica amici e amiche mie, oggi finalmente posso dedicarmi alla recensione dei 3 libri letti nel mese di febbraio. Sì, è stato un mese veramente molto lungo febbraio, anche se relativamente è il più corto di tutti. Anyway, è stato fortunatamente fruttuoso in senso di libri ( ovviamente sempre riferito al mio poco tempo a disposizione, ma sempre meglio di niente). I tre libri in questione sono:

  • Il Coperchio del Mare, di Banana Yoshimoto
  • I Pilastri della Terra, di Ken Follett
  • L’Amuleto d’Ambra, di Diana Gabaldon

112

Il primo libro letto è stato Il Coperchio del Mare di Banana Yoshimoto ( letto in versione digitale). Parla della storia di amicizia tra due ragazze, una volta amiche d’infanzia e poi ritrovate da adulte, con vite completamente diverse alle loro spalle. Devo essere sincera: lo stile della Yoshimoto è davvero unico, la storia fila e la scrittura ti incanta e ti incita a proseguire; peccato per la storia di per sé, perché l’ho trovata prima di senso. La Yoshimoto lascia il finale come sospeso, vuole forse farci intendere qualcosa ma non dice nulla…sinceramente mi ha un po’ deluso da questo punto di vista, perché con Andromeda Heights ho adorato tutto, e non vedo l’ora di poter riprendere in mano i seguiti. Ma proprio questo libro non l’ho capito, non mi ha lasciato niente, quindi purtroppo mi tocca bocciarlo. Valutazione: ★★★☆☆ 3*/5*

Il secondo libro terminato è stato I Pilastri della Terra di Ken Follett, che avevo in lettura ancora da dicembre dell’anno scorso. Un libro magistrale, meraviglioso, che almeno una volta bisogna leggere e bisogna avere nelle proprie librerie. La storia è una delle più belle che io abbia mai letto, di certo Follett entra nell’olimpo dei miei scrittori preferiti. Di questo libro ne è stata tratta anche una serie tv, che vi consiglio assolutamente di guardare. Valutazione: ★★★★★ 5/5*

Il terzo ed ultimo libro letto a febbraio è stato L’Amuleto d’Ambra di Diana Gabaldon. E’ il secondo libro della saga della Straniera, meglio conosciuta come Outlander ( Vi ORDINO di guardare la serie tv, è eccezionale!), ma purtroppo non capisco la scelta della TEA Libri di dividere questo libro in due parti: infatti questa non è la versione completa, ma in originale il secondo e terzo libro ( ovvero Il Ritorno) sono un unico volume. Nell’Amuleto d’Ambra si narrano le vicende francesi, che a mio parere sono fin troppo ricche di dettagli storici fino a far venire la noia. Non mancano comunque le scene esilaranti e di passione tra Claire e Jamie, che mi hanno fatto trarre un sospiro di sollievo. Purtroppo la mia valutazione è a metà, in quanto appunto stringi stringi questa parte non arriva a niente. Mi sento comunque di dare la sufficenza, e sperare che la seconda parte del libro sia il doppio più bella ( in quanto si ritorna di nuova in Scozia). Valutazione: ★★★☆☆ 3*/5*

Voi che cosa avete letto in questo mese di febbraio? Ditemelo in un commento ♥

 

Book Haul gennaio 2016 | Lo Scaffale Scricchiola

DSCN1392

Nuovo anno, nuovi libri che si aggiungono allo scaffale che scricchiola e il portafoglio piange. Eh sì, mi sono proprio data alla pazza gioia questa volta; ma mi riprometto che per un po’ non comprerò più libri almeno finché non finirò metà della scorta che ho in casa. ( Voce fuori campo: Certo, e chi ce crede?!)

Le mie vacanze natalizie sono state brevi, ma davvero spendaccione in fatto di libri. Voi mi potete comprendere, vero? Come si fa ad entrare in una libreria Giunti o da Libraccio, senza prendere qualcosa di scontato?

DSCN1407

Il primo libro che ho comprato è di Alberto CusterlinaIl Segreto del Mandylion #1. Di questo libro non ho mai sentito parlare, e non ho mai letto nessuna recensione al riguardo. So solo che si tratta di un romano storico ambientato in Italia all’inizio del ‘900. Da brava superficiale, mi sono lasciata attrarre da questa copertina assolutamente fantastica e affascinante ( a parte l’orribile bollino del prezzo che non si può staccare). Spero che il libro valga quanto la copertina.

DSCN1411

Il secondo libro acquistato è stato I Cavalieri del Nord di Matteo Strukul, altro autore italiano che sembra essere arrivato alla ribalta grazie a questo libro. Anche di questo non so praticamente nulla, se non che anche questo è un romanzo storico; ne avevo già sentito parlare da booktubers e da buone recensioni su Goodreads, vedremo che sorprese mi riserverà questo librone ( che al suo interno presenta anche meravigliose illustrazioni a china).

DSCN1415

DSCN1410

Il terzo libro acquistato è L’Assassino: Il Ritorno di Robin Hobb. Premetto che non ho mai letto nulla di questa autrice di romanzi fanatsy, e mi rammarico di non aver mai potuto farlo. So che questa sua serie dei Lungavista ( correggetemi se sbaglio) ha riscosso molto successo all’estero, e mi chiedo come mai ( e come sempre) in Italia non vengano ristampati fantasy di un certo spessore e di una certa credibilità. Invece di stampare cazzate come After, perché non stampate BEI libri fantasy come questo? Ma lasciamo perdere, non voglio prolungarmi in questa polemica. Lo faremo in altra sede. Fatto è che sono davvero molto curiosa di leggere questo nuovo romanzo di questa autrice prolifica e straordinaria.

DSCN1420

L’altro libro acquistato ad un prezzo stacciato alla Libraccio di Verona è stato David Copperfield di  Charles Dickens. A parte la copertina che non mi entusiasma più di tanto, sono davvero soddisfatta di questo acquisto perché ne ho sentito parlare molto bene da una booktubers che io amo molto, Pennylane01,  il cui giudizio mi fido molto. Ovviamente è un classico, quindi sarà per forza una bellezza leggerlo.

Gli ultimi due libri sono in realtà un regalo del mio ragazzo e sono: Nessun Dove dello zio Neil Gaiman e un libro in inglese di Julia Quinn, The Lost Duke of Wyndham. Di quest’ultima posso dire che purtroppo non vengono pubblicati molti suoi libri anche in Italia, ma è davvero una scrittrice le cui storie, ambientate nella Londra ottocentesca, ricordano molto quella della Austen ( molti critici la paragonano alla sacra regina Austen): infatti sono molto scorrevoli e ironici, e anche divertenti. L’inglese non è dei più complessi, quindi è davvero di facile comprensione anche a chi ha un livello medio-basso. Dello zio Gaiman posso dire che sarà sicuramente uno dei suoi bei libri, che ho sempre sentito poco parlare, e me lo gusterò tutto quando sarà il momento.

Questi erano i miei acquisti librosi di questo freddo e nevoso gennaio 2016. Ricordatevi della promessa fatta all’inizio, ovvero di non comprare più libri per il momento. Riuscirò nell’impresa?

Voi avete letto uno dei libri qui sopra citati? Volete consigliarmene uno da cui partire per prima?

Avete comprato anche voi qualche libro interessante?

Ditemelo in un commento ♥