Top 5 books of 2016/ I 5 libri migliori del 2016

Dato che le mie letture quest’anno non sono state proficue, farò una semplice top 5 dei miei libri preferiti letti nell’anno 2016. Nel mio scorso e ultimo post ho fatto una semplice carrellata dei 27 libri letti, ora invece vi descriverò perché questi 5 libri mi sono rimasti nel cuore. Ve li presenterò senza un ordine preciso, dato che comunque ero troppo indecisa su una classifica vera e propria. Cominciamo subito:

I Segreti della Casa sul Lago

di Kate Morton

SOVR_978882005980_Morton_I segreti.indd

Ultimo romanzo di questa scrittrice straordinaria, I segreti della Casa sul Lago si conferma uno dei libri più belli letti lo scorso anno. La Morton conserva ancora il suo stile di scrittura serrato, la corrispondenza tra presente e passato, le sue ambientazioni gotiche e storie d’amore meravigliose-mai stucchevoli. Se vi piacciono le saghe famigliari, questo romanzo è super consigliato.

L’Apprendista Assassino

Di Robin Hobb

517g9josml-_sx340_bo1204203200_

Grandissima questa casa editrice, la Fanucci Editore, che FINALMENTE ha deciso di ristamprare questa autrice; autrice di cui avevo sentito parlare tantissimo dagli youtubers nostrani e anglosassoni in maniera così positiva che la mia curiosità pian piano aumentò sempre di più. Se avete voglia di un bel fantasy vecchio stile, QUESTO primo libro di una trilogia fa al caso vostro. La storia che la Hobb ha saputo scrivere è a dir poco meravigliosa, intrigante e piena di ogni caratteristica che un buon libro fantasy deve avere. Caldamente consigliato!

Espiazione

di Ian McEwan

51ikbvbf2b-l-_sy264_bo1204203200_ql40_

Da tanti anni avevo rimandato la lettura di questo meraviglioso romanzo, finché un giorno decisi che lo avrei finalmente finito. Superato lo scoglio dei primi 3 capitoli, questo romanzo cattura dalla prima all’ultima pagina, ricco di emozione in uno scenario orribile della guerra mondiale. Una storia di un errore, di un amore che dopo tutto dura nel tempo, di un’espiazione. Meraviglioso!

Abbiamo sempre vissuto nel Castello

di Shirley Jackson

8d53fb0ee20bb01367557bcae83b08d5_w600_h_mw_mh_cs_cx_cy

Altra autrice scoperta grazie ad una youtuber che seguo, Abbiamo sempre Vissuto nel Castello è uno dei primi romanzi considerati horror. Ma più che horror, devo dire che questo strepitoso romanzo ha delle atomosfere da ansia pura. La Jackson è un modo straordinario di descrivere la malattia mentale, l’angoscia e un mondo caotico e disturbato. Davvero imperdibile a tutti gli amanti del genere!

I Pilastri della Terra

di Ken Follett

image_book

Altro scoglio superato, questo fantastico romanzo storico supera ogni magnifico altro libro storico. L’autore attraverso le pagine riporta in vita anni e anni di storia, di arte, di intrighi, di amori, e di tutto ciò che di più bello c’è. Non si possono aggiungere altre parole al riguardo…Eccezionale!

Alla prossima e buona befana! ♥

Annunci

Life news di inizio 2017/ Libri letti nel 2016

Ciao a tutti miei cari amici lettori. Oh, non so quanto tempo sia passato dall’ultimo post che avevo scritto – che vergogna.

Sono successe davvero tante cose in questo anno 2016, tante brutte ma altrettante belle. Ora, all’inizio del 2017, mi ritrovo a scrivere mille scuse per la mia assenza lunghissima dal mio blog; credetemi che ne ho davvero sentito la mancanza soprattutto nella seconda parte dell’anno.

Inutile dirvi che il mio lavoro mi porta via tutte le energie possibili, inutile dirvi quante cose spiacevoli personali mi siano capitate, inutile dirvi quante altre di belle siano accadute – specialmente da novembre a questa parte. Nella mia prima metà dell’anno leggevo molto, avevo il tempo necessario per avere un ritmo di lettura molto veloce e riuscivo ad avere un buon numero di libri letti a fine mese.

Ma giustamente la vita cambia, e dopo le vacanze estive qualcosa dentro di me stava per cambiare. Non starò qui a dirvi cose personali che magari non possono interessarvi, ma posso dirvi che le mie letture ne hanno risentito. Dato che la letture per me è sempre stata una delle mie passioni più grandi, spero che questo nuovo anno 2017 sia DECISAMENTE migliore del 2016, anche perché non voglio chiudere il blog ora che la mia piccola famiglia qui si sta allargando. Cercherò quindi di essere presente molto più spesso, di ritagliarmi del tempo per me ( quello che mi è mancato da settembre a questa parte) e ritornare ad essere veramente me stessa. Detto ciò, vi voglio parlare dei miei libri letti nel 2016, lasciandovi la mia reading challenge di Goodreads.

libro1

libro2libro3libro4libro5libro6libro7libro8libro9

Come vedete, ho letto 27 libri su 30. Ma per quest’anno ho deciso di non aderire a nessuna reading challenge, perché preferisco leggere quando voglio e come dico io senza nessuna costrizione particolare.

Voi che libri avete letto? Quali sono stati i libri migliori del 2016?

Raccontatemi un pochino come avete passato le vacanze di Natale ♥

Weekly Random: io passo all’ECO-BIO!

 

Buon sabato amici e amiche mie, oggi altra piccola parte dedicata alla chiacchiericcio senza nessuno scopo specifico. Oggi, vi voglio raccontare della mia esperienza nel mondo del beauty care: quest’estate avevo notato che il mio corpo, soprattutto i miei capelli, aveva cominciato a lanciarmi dei segnali di inquinamento ( non so come meglio spiegarmi) e disidratazione generale. I capelli mi cadevano come mosche anche se li trattavo con prodotti che le pubblicità dicono essere “buoni”, la mia pelle del viso era secca ( benché io ce l’abbia mista) e sembrava veramente in stato di deperimento ( so che può evocare una brutta immagine, però era davvero in uno stato pietoso).

Presa dallo spavento, mi sono documentata per bene: tra vari video di youtube e alcuni blog in rete, ho scoperto i prodotti eco-biologici. 

Molti prodotti da supermercato, per non dire la maggior parte, contengono tutti agenti chimici dannosi per il corpo, che il nostro corpo assimila e resta al suo interno. Un esempio di agenti dannosi sono: petrolati, siliconi, parabeni, oli minerali, peg, acrylati, derivati animali  ( perché sì…molte case cosmetiche famose fanno test sugli animali, ma mi sembra scontato dirlo!)…tutti assolutamente dannosi per la nostra salute. Per cui, dato che in commercio esistono anche prodotti senza nessuna schifezza, o con buon inci ( Vi lascio qui come poter riconoscere un buon inci), e anche a buon mercato, perché non usarli? Se aggiungiamo il fatto che i prodotti bio sono anche ecologici, contribuiamo alla salvaguardia del nostro pianeta.

prodotti biologici sono tutti fabbricati con ingredienti di origine vegetale o naturale. Non aggrediscono la pelle perché contengono solo cose buone. Assicuratevi che i migliori abbiano il bollino di certificazione.

Se anche non hanno questi bollini di certificazione, assicuratevi che l’inci sia buono.

Finalmente, dopo mesi e mesi di agonia, sembra che io abbia trovato una cura per il mio corpo. Vi posso garantire che da quando ho iniziato ad utilizzare i prodotti vegetali, il mio corpo e i miei capelli sono come rinati.  

Non è facile passare dai prodotti da supermercato ai prodotti bio: in un primo momento la vostra pelle espellerà, attraverso brufoli e altre piccole magagne, tutto il brutto dei prodotti dannosi che fin’ora avete assunto, e vi sembrerà che i prodotti bio non siano efficaci. Superata questa fase, vedrete che i risultati saranno 100% assolutamente ottimi! Vi voglio mostrare alcuni dei prodotti che sto utilizzando nel periodo, e che sto trovando davvero ottimi. Ovviamente tutti questi prodotti sono stati comprati dalla sottoscritta ( magari che qualche casa cosmetica mi inviasse qualcosa!) e non sono pagata per fare pubblicità a nessuno.

foto1

1- Salviette struccanti Avril Ottime salviettine struccanti per viso e occhi, hanno davvero un profumo piacevole e non irritano assolutamente se zone sensibili del viso; adatte anche per il trucco waterproof;

2- Saponetta Via della Natura ai Fiori e Frutti Questa saponetta ( ne ho un’altra sul lavandino al profumo di lampone) la uso al mattino per lavarvi il viso, oppure all’occorrenza per la detersione delle mani. Lasciano davvero un buon profumo sulle mani e non seccano troppo il viso ( anche se dopo io applico sempre una crema viso); ottime anche per un piccolo regalo ad un’amica;

3- I Provenzali Cristalli liquidi ai semi di lino Dopo il primo impatto negativo, devo dire che questo prodotto lascia i miei capelli davvero molto morbidi e lucenti. Lo applico appena prima dell’asciugatura sui capelli umidi e massaggio bene il prodotto solo sulle lunghezze. In primis il profumo non mi piaceva affatto, poi effettivamente lascia una fragranza davvero molto delicata e che persiste anche il giorno dopo;

4- Dermogel lenitivo 98% Aloe dei Provenzali Il gel di aloe ho scoperto avere innumerevoli utilizzi: lenisce la pelle nel post depilazione, dai rossori da sfregamento e sudore e arrossamenti da sole o fanti di calore. L’ho usato per i primi due principi, e davvero funziona. Lo uso anche come lozione per definire il mio capello mosso, sempre prendendo una piccola noce di prodotto e applicata sui capelli umidi, prima dello styling. E’ un’ottima alternativa alle spume, definisce senza essere appiccicosa e lascia lucido e nutrito il capello. Da quando l’ho fatto provare a mia madre ( totalmente scettica!) non lo lascia più, tant’è che dovrò ricomprarlo perché è quasi finito;

5- MaterNatura bagnodoccia rilassante alla lavanda Davvero molto buono il profumo che lascia sulla pelle, da’ la sensazione di pulito senza essere aggressivo e non lascia nessuna secchezza. Sono curiosa di provare anche gli altri profumi sempre di questa linea.

foto2

1- Bema crema idratante viso E’ stata una delle creme bio che ho acquistato, e devo dire che mi ci sto trovando davvero molto bene. Il profumo è gradevole, non stanca e non viene a noia, lo si può applicare la mattina prima del makeup e alla sera, per avere ancora più idratazione. Da quando la uso la mia pelle del viso è più viva e tonica;

2- Bema crema idratante per il corpo al melograno Anche questa crema per il corpo è una manna per la pelle secca che ho avuto nel periodo invernale. Dopo la doccia idrata la pelle senza ungerla, si assorbe velocemente e lascia sempre un profumo gradevole e non nauseante sulla pelle, che risulta elastica e nutrita.

3- Lavera dentifricio alla menta Assolutamente un dentifricio come pochi: mi sono totalmente innamorata di questo dentifricio naturale al gusto di menta, lava benissimo i denti e li lascia visibilmente più bianchi dopo il primo utilizzo. Non irrita le gengive e lo trovo adatto anche ai denti sensibili.

4- Tonico alla salvia di Martina Gebhardt Tonico che sto davvero apprezzando questo di Martina Gebhardt. La cosa che mi piace molto è che si presenta sotto forma di spry, quindi lo si può spruzzare direttamente sul viso, oppure su un dischetto di cotone e poi tamponato sul viso. Da’ una sensazione di freschezza e non tira affatto la pelle.

5- Equilibra crema corpo Argan Io che amo molto la profumazione all’argan, questa crema idrata perfettamente il corpo e lascia una sensazione di pulito e profumato a lungo. Indicato per ogni tipo di pelle.

foto3

1- Maschera balsamica ristrutturante di Biofficina Toscana Ho sentito grandi cose riguardo questa maschera, e devo dire che è davvero un prodotto che non posso fare a meno. Idrata i capelli alla perfezione senza appesantirli, e lascia un buonissimo profumo. E’ consigliato per i capelli mossi o ricci, ma secondo me va bene proprio per ogni tipo di capelli.

2- Shampoo Lavera menta e limone per capelli grassi Devo dire che questo shampoo lava molto bene, lascia i miei capelli puliti per più di un giorno e non secca affatto la cute.

3- Biolis Nature shampoo Avena Anche questo adatto per i capelli ricci o mossi, trovo che pulisca benissimo i capelli e li lascia lucidi. Buono anche il profumo delicato dell’avena.

4- Giardino Cosmetico  shampoo lavaggi frequenti Indicato per i capelli che tendono al grasso, lava molto bene il capello, anche se devo fare due shampoo per avere una buona detersione del cuoio capelluto. Non è troppo aggressivo.

5- Giardino Cosmetico shampoo protettivo Credo che sia tra gli shampoo che per ora non mi ha convinto molto, senza infamia e senza lode, uno shampoo leggero che non crea nessun tipo di problemi.

Dopo questa carrellata di prodotti, spero di essere riuscita ad incuriosirvi e ad essere stata in grado di condividere questa mia scelta con tutti voi.

Per ora sto cercando di passare anche al cibo biologico, ma non riesco ancora a staccarmi del tutto dal cibo “normale” ( che brutto dire così xD)

Per caso c’è qualcuna/o di voi che usa prodotti vegan-bio-eco? Quali prodotti mi consigliate in generale?

Vi mando un grandissimo abbraccio, a presto con un nuovo posto sui libri! ♥

Valentina ♥

My year in books | Bilancio letture 2015 e…Buone Feste!

xmastree2534ws

Buon Natale amici miei! 

Mi ritaglio un momento di questa giornata speciale per scrivere il mio ultimo posto dell’anno. Sì, per quest’anno posso dire che le mie letture sono giunte al termine (ne ho ancora due in sospeso, ma non credo riuscirò a finirle entro questo mese), quindi a cuor leggero posso già fare un bilancio delle mie letture del 2015.

Cattura

Il 2015 è stato un anno di svolta, per me. Molto particolare e pieno di emozioni, soprattutto dalla seconda metà dell’anno. Ebbene, da maggio infatti sono riuscita a trovare lavoro in uno studio di tatuaggi nella mia zona, dove ora sono apprendista. E’ stata la svolta che cercavo nella  mia vita, e finalmente dopo tanti dolori e sacrifici la cosidetta “ruota” ha girato anche per me.

Lavorare a stretto contatto con le persone mi ha fatto acquistare molta più fiducia di me – oramai la mia autostima era sottoterra– e posso ora guardare al futuro con maggiore serenità.

Purtroppo però il troppo lavoro mi ha portato via molto tempo per i miei hobby, quali sono appunto la lettura, il disegno, e scrivere sul blog. Ho sentito davvero molto la mancanza di queste tre cose, e mi dispiace molto non essere riuscita ad essere molto attiva in  tutti e tre questi ambiti; ma spero vivamente che il 2016 ormai alle porte possa essere sicuramente migliore (devo riuscire a trovare un equilibrio fisico e mentale che mi consenta di fare tutto!).

Passiamo quindi al nocciolo della questione: i libri letti nel 2015.

Cattura2

Cattura0Come vedete sono riuscita a leggere ben 39 libri ( l’anno scorso ne avevo letti più di 50), ma anche se sono molti di meno rispetto a quelli del 2014, sono riuscita comunque a portare a termine la mia reading challenge su  Goodreads. E’ stata una bella impresa: infatti la maggior parte dei libri letti li ho mangiati la prima metà dell’anno (quando non lavoravo), mentre gli ultimi dieci li avevo letti da settembre a questa parte.

Per una lettrice incallita ritrovarsi a non leggere d’estate per mancanza di voglia è davvero una trauma. Fortunatamente tutto si è risolto nel migliore dei modi.

Cattura3.PNG

Cattura4.PNG

Cattura5.PNG

Cattura6.PNG

Cattura7.PNG

Cattura8.PNG

Cattura9.PNG

Cattura10.PNG

I libri migliori del 2015

Anche quest’anno devo dire che la mia lista di libri che ho amato follemente è affollata. Ho scoperto nuovi autori e nuove autrici, che sono stati delle vere e proprie rivelazioni. Il primo di tutti è:

  • Brandon Sanderson con il suo libro Mistborn, L’Ultimo Impero #1( Fanucci editore). Fantasy assolutamente fantastico, non vedo l’ora di recuperare anche i seguiti perché proprio non sto più nella pelle!
  • Tolkien con il suo dolce Lo Hobbit, letto proprio i primi giorni del 2015. Ora devo solamente decidermi a prendere Il Signore Degli Anelli, e sperare di avere la voglia e il tempo per leggero;
  • Donna Tartt con il suo Dio di Illusioni, sempre letto all’inizio del’anno. Che meraviglia la scrittura di questa fantastica donna, e per quanto questo romanzo mi abbia inquietato abbastanza, è stato uno dei libri più belli letti quest’anno;
  • Kate Morton con il suo Ritorno a Riverton Manor, bellissimo e affascinante come solo lei sa scrivere. E’ già uscito il suo nuovo romanzo e non vedo l’ora venga tradotto per gustarmelo tutto;
  • Victor Hugo con due dei suoi romanzi: Notre Dame de Paris L’Uomo che Ride. Che uomo, che mente assolutamente superiore. Innamorata di lui!
  • Vladimir Nabokov con la sua dolce Lolita. Altra scoperta fantastica: questo scrittore riuscirà ad incantarvi con la sua prosa elegante e poetica;
  • Elena Ferrante con la sua storia d’amicizia de L’amica Geniale. Riuscirete a non staccare gli occhi dalle pagine.

Sono felice ed emozionata per l’anno che verrà. Per me quest’anno è stato molto difficile, ho sofferto molto ma in molte cose sono stata ripagata in soddisfazioni e amore.

Sono convinta che prima o poi la ruota ( quella famosa) giri per tutti. Non disperate se non riuscite a trovare lavoro, se non riuscite ad arrivare al vostro obiettivo o quant’altro. Se con costanza vi impegnate riuscirete, anche se dopo un po’ di tempo, ad avere tutto ciò che desiderate.

Ma non dimenticatevi mai una cosa più importante: non dimenticate di AMARE, sempre e comunque.

 Vi auguro anche di passare un felice Natale con tutta la vostra famiglia, noi ci risentiamo all’anno prossimo con tante nuove cose da dirci. Un bacione alla mamme e ricordate di mangiare tantoooooooo!!!!!! ♥♥

Valentina ♥

Wrap up Libri letti nell’ultimo periodo

La scusa del poco tempo a mia disposizione ormai è storia: credo sinceramente di non dire più altro. Oramai la mia vita in questa metà dell’anno è completamente cambiata.

Da nullafacente sono passata ad avere un lavoro fisso ( a fine mese mi scade il tirocinio e firmerò il mio nuovo contratto da apprendista!) e una vita più che movimentata. Date le mie numerosi passioni, musica, disegno, scrittura e lettura, molte volte non ho tempo per dedicarmi come vorrei ad ognuna di esse. La mia vita di ogni giorno è caotica, l’autunno mi addormenta, e sento proprio il bisogno di staccare la spina del tutto. Fra tre settimane avrò finalmente una piccola settimana di ferie, almeno riuscirò a staccare e andare a vedere i mercatini di Natale a Verona, dal mio ragazzo.

Dopo questa piccola introduzione, voglio scrivervi riguardo alle ultime mie letture del periodo. Il primo libro di cui vi voglio parlare è un libro che mi ha sorpreso molto: I Misteri di Chalk Hill, di Susanne Goga. 

Data la dimensione del libro non pensavo fosse così appassionante come storia. Mi è sembrato di rileggere Jane Eyre, in quanto sia i personaggi sia la storia hanno molto in comune.

In questo libro però, la protagonista dovrà invece aver a che fare col soprannaturale.  Charlotte vi approda per la prima volta e si trova davanti alla splendida tenuta di Chalk Hill rimane senza fiato: l’imponente villa, sormontata da una torretta e circondata da alberi secolari, è il luogo più affascinante che abbia mai visto. Qui potrà finalmente iniziare una nuova vita, dopo aver lasciato Berlino a causa di uno scandalo che ha compromesso la sua reputazione di istitutrice. Chiamata a occuparsi della piccola Emily, Charlotte si rende subito conto che una strana atmosfera di mistero aleggia sulla casa: la quiete è quasi irreale, il papà di Emily è gelido e altezzoso, la bambina è tormentata ogni notte da terribili incubi e dice di vedere la madre, scomparsa un anno prima in circostanze misteriose. L’affetto per Emily spinge Charlotte a voler capire cosa stia succedendo a Chalk Hill, ma nessuno dei domestici osa rompere il silenzio imposto dal vedovo sulla morte di Lady Ellen. Solo con l’aiuto dell’affascinante giornalista Thomas Ashdown, Charlotte si avvicina alla verità, una verità sconvolgente, ben sepolta tra il mistero e il romanticismo di quelle antiche mura.

Lo stile di scrittura è davvero molto semplice e avvincente, anche se devo dire che molte volte ho previsto come si sarebbe svolta la vicenda. Lo consiglio a tutti quelli che hanno amato il libro della Bronte e che cercando disperatamente qualcosa di simile.

Rating: ★★★★☆ 4/5*

 Il secondo libro di cui vi parlo è Sandman: The Overture#1, ovvero il fumetto di uno dei miei scrittori preferiti, Neil Gaiman.  Si tratta solamente di una ristampa del suo famosissimo fumetto, con una parte di approfondimento dedicata alla struttura della storia, com’è stato realizzato etc etc.

Devo dire che, pur essendo un piccolo volume, la storia e i disegni sono a dir poco fantastici.

Il meraviglioso mondo di Gaiman trasportato nei disegni del grande illustratore Williams ( all’interno del volume c’è anche una sua intervista) sono un’accoppiata perfetta per una fumetto perfetto.

Poi quando si tratta di sogni, sapete che non posso resistere.

Ho trovato per caso questa ristampa nella fumetteria vicino a dove lavoro, e quella sera non so cosa mi fosse preso…doveva essere mio!! Credo che comunque prenderò anche il primo volume originale…qualcuno di vuoi ha letto questa serie? Come l’ha trovata? La ristampa rispecchia veramente il primo volume originale?

Rating:  ★★★★★ 5*/5*

L’altro libro di cui vi voglio parlare è un romando storico che mi suscitato sentimenti contrastanti: sto parlando de La Rilegatrice dei Libri Proibiti, di Belinda Starling, scomparsa poco tempo fa.  La trama è davvero affascinante e carica: si parla della storia di Dora Damage, di come una donna povera doveva affrontare le sue giornate con una bambina epilettica e il marito rilegatore affetto da artrosi nella Londra dell’Ottocento. La svolta della sua vita arriva quando sarà lei a dover prendere in mano la ditta del marito, e quindi diventare lei stessa rilegatrice, cosa proibita all’epoca. Questo romanzo congiunge fascinazione vittoriana, eros proibito e un’antica e nobile arte; La rilegatrice dei libri proibiti ci offre, con Dora Damage, un’eroina di grande energia che si batte con coraggio contro le discriminazioni, oltre che un ritratto memorabile della Londra della metà dell’Ottocento, una città in cui i ricchi aristocratici indulgono in segrete ossessioni e le classi popolari devono fare i conti con la sopravvivenza.

Lo stile di scrittura cattura e ti accompagna con Dora attraverso le strade puzzolenti di Londra. Ma devo dire che alcune volte, in certe parti del racconto, la scrittura risulta davvero pesante e noiosa. Forse dovuto al fatto delle troppe descrizioni ( piano, so che a molti le descrizioni dettagliate piacciono) oppure al soffermarsi troppo sui pensieri della protagonista.

Tutto sommato credo che questo romanzo sia davvero buono, e lo consiglio caldamente a tutti gli amanti di questo genere letterario, agli amanti dei libri e di Londra.

Rating: ★★★☆☆ 3*/5*

L’altro libro di cui vi parlo è L’Amica Geniale, di Elena Ferrante. Tante cose sono state dette su questa/o autore, tante cose sono state dette su questa quadrilogia.

Sta di fatto che da quando l’ho sentito nominare da una delle mie booktubers preferite ( Ilenia Zodiaco ) la mia attenzione è ricaduta molte e molte volte in libreria, ma non avevo mai avuto il coraggio di prenderlo, sia per il prezzo abbastanza importante, sia perché ero incerta sul da farsi.

Mannaggia a me se non l’avessi preso prima!

Questo libro ti cattura, ti prende proprio da dentro. Questo libro è una storia d’amicizia, che nasce da quando Lila ed Elena (Linù) erano bambine e arriva, con i quarto libro, fino alla vecchiaia. La storia è narrata secondo il punto di vista di Elena, che da adulta racconta ciò che è stato del loro rapporto, che è un rapporto travagliato, un rapporto di gelosia-odio e a volte di amore e aiuto fraterno. Lo sfondo di questa vicenda è la bella Napoli degli anni 50, in un paesino piccolo dove ogni persona si conosce e tutte le voci corrono di bocca in bocca.

Io credo davvero che questa quadrilogia meriterebbe di essere lette, soprattutto per chi è amante delle saghe familiari, ma anche perché lo stile di scrittura di questa/o autrice è unico e inimitabile. Tutto da gustare.

Rating: ★★★★☆ 4/5*

L’ultima lettura di cui vi parlo è un classico: L’Uomo che Ride, di Victor Hugo.

Che dire di un capolavoro del genere? Un Hugo molto diverso da quello che ho trovato ne Notre-Dame de Paris, ma sempre lo stesso grandissimo scrittore.

Con questo romanzo, per l’appunto il suo più cupo, Hugo incarna in ogni personaggio un’idea, incarna l’idea dell’uomo in un uomo, che ha pensieri e compie azioni, sempre però trascinato da un ideale ( Sì, che discorso contorto).

L’uomo che Ride non si può raccontare così facilmente, va letto punto e basta. Credo qualsiasi cosa di Hugo vada letta, perché semplicemente merita. Assolutamente stupendo.

Rating: ★★★★★ 5*/5*

The Harry Potter book TAG | Sconfiggiamo assieme il caldo di questa domenica

Questa è una domenica da bollino rosso. Caldo, troppo caldo; e con il caldo tutto il mio corpo e mente ha una reazione inversa e contraria a tutto ciò che è estate. Praticamente divento un’ameba.

So di non essere l’unica  ad odiare l’estate, vi prego non odiatemi, ma io amo il fresco dell’autunno, il fresco della montagna…il fresco in generale. Non mi dispiacerebbe affatto, per esempio, fare un giretto con Hagrid all’interno della Foresta Proibita, dove misteriose creature sono lì ad attendervi. Non a caso ho citato un personaggio della saga di Harry Potter, perché ho visto nel tubo questo tag carinissimo che ogni amante del maghetto non può non adorare. Vi lascio qui sotto il video in questione (non trovate che questa ragazza sia davvero bellissima? *_* )

1. Quando e come hai conosciuto Harry e il suo mondo?

Ho conosciuto questa saga per caso: una domenica per tv davano il trailer del primo film, Harry Potter e la Pietra Filosofale, e me ne innamorai perdutamente. Solo dopo la visione al cinema del film venni a sapere che era tratto da un libro, e il giorno dopo corsi in biblioteca alla ricerca disperata del primo volume. Poi, è stata la fine.

2. In che ordine hai letto i libri?

Dal primo all’ultimo la prima volta. Poi mi capita ogni tanto di riprenderne in mano qualcuno e rileggere le parti che mi son piaciute di più ( come sapete non sono una grande rilettrice!).

3. Qual è il tuo libro preferito? Quello che non ti è piaciuto?

Credo che, anche per quanto riguarda il film, il mio libro preferito della serie rimanga sempre Harry Potter e la camera dei Segreti, ma molto anche L’Ordine della Fenice e Il Calice di Fuoco. Ma come si fa a decidersi? Ognuno ha la sua particolare bellezza, anche perché si deve considerare i libri come una storia singola, quindi alla fine tutti sono belli allo stesso modo. Sono fantastici.

4. Qual è il tuo personaggio MASCHIO preferito?

Beh, io ho un amore incondizionato verso Ron Wesley. Punto. Ma amo anche tantissimo Severus Piton Malocchio Moody ( non chiedetemi il perché).

5. Qual è il tuo personaggio FEMMINILE preferito?

Assolutamente Luna Lovegood: ah, com’è fantastica! Ma aggiungo anche la professoressa Mc Grannitt e la (forse scontata) Hermione.

6. Dai a tutti i libri un voto da 1 a 10 spiegando il perchè.

Credo che questa domanda sia collegata con la domanda n.2. Per me Harry Potter, come molti miei coetanei, è stato l’amico che ognuno avrebbe voluto avere; è cresciuto insieme a noi, e quindi quando un libro, un mondo e una saga assume un valore affettivo non c’è numero che possa eguagliare la bellezza e la grandezza dei libri.

7. La migliore trasposizione cinematografica e la peggiore?

La migliore, secondo il mio modesto parere ( ovvero il parere di una gran ignorante in materia di cinema), è il primo film ( in quanto il primo capitolo della saga), e il Calice di Fuoco ( quanto è bello e avventuriero quel film?). Il peggiore, pur rimanendo bello, è il terzo capitolo, Il Prigioniero di Azkaban. Non so perché, ma tra tutti i film è quello che ho apprezzato di meno.

8. Qual è secondo te l’ambientazione migliore? E la peggiore?

E’ tutto bello. Infatti sto aspettando ancora la mia lettera di ammissione a Hogwarts.

9. Qual è il tuo Weasley preferito? Quello che non puoi neanche sentire nominare?

Amo Ron, ma sinceramente Ginny non mi sta affatto simpatica. Non è di vitale importanza per il film, a mio parere…non fa praticamente nulla se non fare danni ( vedi la Camera dei Segreti).

10. Qual è la tua Creatura Fantastica preferita?

Ce ne sono molte: Dobby rimane nel mio cuore perché dolce e coraggioso; la Fenice nello studio di Albus Silente rimane senza dubbio la mia preferita.

11. Qual è il tuo Mangiamorte preferito?

Devo dire che il personaggio di Bellatrix incarna ciò che è un personaggio cattivo. Ma non uno di quei personaggi che prima è cattivo e poi si redime. Lei è e rimane CATTIVA. Credo che il suo fascino sia proprio quello.

12. Se fossi ad Hogwarts, quale sarebbe il tuo passatempo magico preferito?

Prenderei una scopa in mano e giocherei a Quidditch, ovvio!

13. Quale tra i Big 7 è il tuo preferito?

Ginny a parte, credo che i miei preferiti rimangano Ron, Hermione e Luna.

14. Qual è il tuo Professore di Hogwarts preferito?

Malocchio Moody è uno di quei professori che, se lo avessi avuto io, mi avrebbe fatto morire dal ridere! 🙂 Anche Lupin è stato un grande insegnante. Non dimentichiamoci della Mc Grannitt!

15. Qual è il tuo incantesimo magico preferito?

Ehm…è brutto da dire. Ma ogni tanto, quando ci sono persone che rompono ( intendetelo come volete), le mie labbra vorrebbero dire: Avada Kedarva; ma chissà perché, non succede mai nulla. Quindi vado al bar e ordino una pozione Polisucco.

16. Hai qualche libro su Harry Potter NON scritto dalla Rowling? Se si, quale?

No, per ora. Ma come si può eguagliarla?

17. Hai mai partecipato a un raduno Potteriano? Dove?

Sfortunatamente no. Abito in un posto troppo lontano e desolato da qualsiasi altra vita umana. C’è solo che il caldo.

18. Hai qualche gadget potteriano? Cosa?

Una volta obbligai la nonna a farmi la sciarpa di lana rossa e arancione; è ancora in giro da qualche parte nel mio armadio.

19. Qual è la tua citazione preferita?

Uhm…Non ne ho una, I’m sorry!

20. Chi avresti voluto che non morisse? Chi avresti lasciato che morisse?

Assolutamente Dobby non doveva morire. E neanche Sirius. Doveva morire invece Malfoy padre.

21. Ti aspettavi un finale diverso? Se si, come lo avevi immaginato?

Sinceramente no; il finale doveva essere così. Certo che quella cosa…

22. Qual è la tua materia preferita? Quella che non studieresti volentieri?

Mi interessa molto Pozioni e Difesa Contro Le Arti Oscure. Poi sinceramente studierei tutto purché le materie che avevo al liceo!

23. Cosa sceglieresti tra un gufo/ un gatto/ un rospo?

Tutti e tre! 😀 Ognuno ha una sua piccola particolarità, ma se dovessi per forza scegliere vorrei possedere un gufetto *_*

24. In che casa vorresti essere smitato? In quale ti rifiuteresti di andare?

Grifondoro, ovviamente! ♥ ( è banale, ma tanté) Non mi piacerebbe andare in Tassorosso; non so perché ma mi fa un effetto strano.

25. Sei iscritto a Pottermore? Ti piace il sito?

Sinceramente non sapevo neanche dell’esistenza del sito ( date inizio al lancio delle sassate, prego); vedrò in futuro di darci un occhio.

26. Cosa pensi di quelli che dicono “Harry Potter è solo un libro!

Cavoli loro! Non sanno che in realtà Harry Potter è molto di più ( guarda caso le persone che dicono così sono quelle più saccenti e pragmatiche di tutti.)

27. Hai letto anche gli altri libri di Harry? (Animali fantastici dove trovarli/ Il Quidditch attraverso i secoli/ Le fiabe di Beda il Bardo).

No per ora. Non ho mai avuto l’opportunità di prenderli sotto mano, devo recuperare presto anche quelli!

28. Qual è il tuo Dono della Morte preferito?

Il Mantello dell’Invisibilità. Saper celarti ad occhi altrui deve essere una cosa straordinaria.

29. Qual è la tua coppia preferita della saga? Quella che non approvi?

Adoro Ron ed Hermione, questo credo era scontato; non mi piace molto la coppia Harry e Ginny (vedi sopra).

30. Se potessi parlare con zia Jo, cosa le diresti?

Beh, difficile spiegare tutto ciò che ha suscitato in ognuno di noi potteriani. Molte parole non servono in certi casi: credo che molto probabilmente le dirò un semplice GRAZIE per tutto.

Il tag è finito! Come sempre se volete rispondetemi qui con un messaggio altrimenti con un vostro post nel blog: io sarò stra curiosa di leggere le vostre risposte!

Portate pazienza se non sono molto presente nel blog; non sto leggendo molto, e il libro corrente è un gran mattonazzo, quindi credo ci metterò un po’ a leggerlo ( ma settimana prossima ho le ferie, vediamo se riesco a recuperare il tempo perduto).  Che state leggendo voi di bello?Vi mando un grosso bacione!

WWW.Wednesday #6

art-books-desenho-draw-drawing-Favim.com-403106

Hello my dearest! Nuovo appuntamento con il WWW.Wednesday, rubrica dedicata al chiacchiericcio infrasettimanale delle nostre letture. E’ una mia impressione oppure le settimane passano veloci? Mi sembra sia stato l’altro giorno che scrivevo il WWW.Wednesday #5 ed ora eccomi qui a traumatizzarmi con il veloce correre del tempo. Perché ogni tanto il tempo non si ferma? Magari quando siamo rilassati, oppure usciamo con gli amici…perché quando si lavora il tempo scorre lento come ‘na lumaca?

-Cosa stai leggendo?

-Cosa hai appena finito di leggere?

-Quale sarà il prossimo libro che leggerai?
Cosa stai leggendo? Attualmente sto leggendo ancora Notre Dame de Paris– sono arrivata all’incirca a metà- di Victor Hugo e lo alterno alla lettura di un romanzo storico, La rilegatrice dei libri proibiti di Belinda Starling.
Cosa hai appena finito di leggere? Ho appena finito di leggere Il Baco da Seta della Rowling. Sinceramente scrivendo, questo mi è piaciuto nettamente di più rispetto al primo, Il Richiamo del Cuculo.
Cosa leggerai? Non so sinceramente cosa leggerò. Questo mese mi sono data davvero alla pazzia con la lettura, credo che vedrò sul momento cosa mi andrà di leggere. Avete qualche consiglio?
Voi cosa state leggendo? 
Ditemelo in un commento qui sotto ♥