Life news di inizio 2017/ Libri letti nel 2016

Ciao a tutti miei cari amici lettori. Oh, non so quanto tempo sia passato dall’ultimo post che avevo scritto – che vergogna.

Sono successe davvero tante cose in questo anno 2016, tante brutte ma altrettante belle. Ora, all’inizio del 2017, mi ritrovo a scrivere mille scuse per la mia assenza lunghissima dal mio blog; credetemi che ne ho davvero sentito la mancanza soprattutto nella seconda parte dell’anno.

Inutile dirvi che il mio lavoro mi porta via tutte le energie possibili, inutile dirvi quante cose spiacevoli personali mi siano capitate, inutile dirvi quante altre di belle siano accadute – specialmente da novembre a questa parte. Nella mia prima metà dell’anno leggevo molto, avevo il tempo necessario per avere un ritmo di lettura molto veloce e riuscivo ad avere un buon numero di libri letti a fine mese.

Ma giustamente la vita cambia, e dopo le vacanze estive qualcosa dentro di me stava per cambiare. Non starò qui a dirvi cose personali che magari non possono interessarvi, ma posso dirvi che le mie letture ne hanno risentito. Dato che la letture per me è sempre stata una delle mie passioni più grandi, spero che questo nuovo anno 2017 sia DECISAMENTE migliore del 2016, anche perché non voglio chiudere il blog ora che la mia piccola famiglia qui si sta allargando. Cercherò quindi di essere presente molto più spesso, di ritagliarmi del tempo per me ( quello che mi è mancato da settembre a questa parte) e ritornare ad essere veramente me stessa. Detto ciò, vi voglio parlare dei miei libri letti nel 2016, lasciandovi la mia reading challenge di Goodreads.

libro1

libro2libro3libro4libro5libro6libro7libro8libro9

Come vedete, ho letto 27 libri su 30. Ma per quest’anno ho deciso di non aderire a nessuna reading challenge, perché preferisco leggere quando voglio e come dico io senza nessuna costrizione particolare.

Voi che libri avete letto? Quali sono stati i libri migliori del 2016?

Raccontatemi un pochino come avete passato le vacanze di Natale ♥

Consigli natalizi: cosa regalare ad un lettore

Il Natale si avvicina, e si avvicina anche il momento di pensare ai regali da fare ai propri amici/parenti. Cosa diavolo si può regalare ad un lettore a Natale?

Qui sotto proverò a darvi dei consigli, e vi dirò quali secondo me vale la pena regalare ( non per forza solo agli altri, ma anche a sé stessi!). Vi elencherò qui libri che mi sono particolarmente piaciuti quest’anno 2015, che è stato lungo e intenso. Di ogni libri qui sotto citato vi ho già fatto una recensione, quindi chi avesse la voglia di leggerla basta solo che mi scriva in un commento e gli posterò la recensione riguardante quel libro.

L’Amica Geniale

di Elena Ferrante

image

Questo libro e questa autrice sono stati una vera rivelazione. Credo che lo stile unico e calamitoso della Ferrante rende la lettura di questa storia davvero molto fluida; credetemi, non riuscirete letteralmente a staccare gli occhi dalle pagine. Questa è la storia di una amicizia, fatta non solo di amore ma anche di odio e invidia, un amore molesto a volte troppo violento. Non potete davvero farne a meno.

Consigliato a chi ama le saghe familiari.

Lizzie

di Shirley Jackson

mn2riagjrvvekrtslm4jepq

Questo libro lo dovete assolutamente regalare a quelle persone a cui piacciono i libri facenti parte della categoria horror. E’ stato il primo romanzo che leggo, e devo dire che se siete persone ansiose ( caratterialmente, che ogni cosa può causarvi ansia), vi sconsiglio la lettura del libro. La Jackson, con la sua scrittura magnifica ( uno dei motivi per cui sono riuscita a terminare la lettura), ti porta attraverso il cervello di Lizzie e delle sue 4 differenti personalità ( le sue molteplici personalità avranno anche nomi e abitudini diverse). E’ uno di quei libri che ti prende e ti fa rosicchiare le unghie, ti lascia sempre quella voglia di sapere come andrò a finire, che fine farà la povera e malata protagonista. Vi piacerà.

Mistborn, l’Ultimo Impero

di Brandon Sanderson

mistborn-lultimo-impero-le-tazzine-di-yoko2

Dedicato a tutti gli amanti del genere fantasy. Questa storia è sensazionale: Kelsier è uno dei personaggi più divertenti e intriganti che io abbia mai letto, l’ambientazione è assolutamente originale e unica. La scrittura di Sanderson è davvero scorrevole e appassionante, molto simile a quella del Martin, a mio modesto parere (  anche se i mondi e il livello di Sanderson è di parecchio superiore a quello del Martin – perdonami zio– ). So che questo libro e quelli a seguire si possono trovare solo in edizione elettronica, ma chiunque fosse in grado di trovarli anche online cartacei per favore mi linki sotto nei commenti tutti i siti dove è disponibile. Sono disperata!

L’Uomo che Ride

di Victor Hugo

arton47703

E’ risaputo che il periodo natalizio è perfetto per un bel libro classico. Ci si mette sul divano, una coperta e un té caldo e si inizia questo meraviglioso romanzo del Hugo. L’uomo che ride è un grande romanzo, anche se non dei più conosciuti dell’autore, ma che sa benissimo il fatto suo. I personaggi di Hugo incarnano idee, incarnano un pensiero. Fantastico il suo modo di scrivere, fantastico come mai riesce ad annoiarti ( anche con un bel malloppone di 700 pagine ca.). Caldamente consigliato a tutti.

La Dama e l’Unicorno

di Tracy Chevalier

cop

Che dire di questa fantastica scrittrice? Tracy Chevalieri ha un modo unico di raccontare di arte, attraverso tutti i suoi personaggi sempre ben caratterizzati e sempre adorabili. Assolutamente un romanzo storico da leggere, assolutamente consigliato chi ama anche la pittura e la scultura.

La Strana Biblioteca

di Haruki Murakami

La-strana-biblioteca

Uno degli ultimi libri che ho letto e mi sento di consigliarvi è quello di Murakami, con le meravigliose illustrazioni di Lorenzo Ceccotti. Si tratta di un racconto breve, l’avventura di questo ragazzo che si addentra in una biblioteca e che alla fine resta prigioniero del bibliotecario. Davvero un racconto bizzarro e particolare, se vi piacciono le cose gotiche alla Neil Gaiman ve lo stra-consiglio. Anche perché, mi ripeto, le illustrazioni sono magnifiche, valgono tutto il libro.

Rebel: il Deserto in Fiamme

di Alwyn Hamilton

Rebel.-Il-deserto-in-fiamme-di-Alwyn-Hamilton

Questo è uno degli ultimi young adult decente che ho letto. Rebel è davvero una storia originale, ambientata nel deserto, come protagonista davvero molto decisa e ben caratterizzata. Mi ha ricordato davvero i profumi del deserto. La storia scorre piacevolmente, e lo posso consigliare ai ragazzi più giovani.

Per ora la mia lista di libri da consigliarvi è finita.

Avete altri libri da poter consigliare? Soprattutto a me 😀

Vi auguro intanto buone feste e tanti, tanti cioccolatini ♥

Libri per l’estate | Vacanze Special Edition

C’è chi passa le proprie vacanze estive al mare, chi in montagna o chi si rilassa stando tranquillamente a casa. In qualsiasi parte vogliamo andare, noi amanti lettori riserviamo uno spazio speciale nella valigia solo per i libri. Ma dato che – ahimè!- non vogliamo farci venire un mal di schiena per il peso della valigia – si, non possiamo portarci appresso tutti i libri della libreria. So che lo volete fare, ma non si può.– dobbiamo scegliere con parsimonia i libri da portare con noi nei nostri viaggi.

Dato che di dilemmi ce ne sono già troppi nella vita, volevo semplificarvela un po’ dandovi alcuni consigli di lettura per l’estate che si sta avvicinando. I libri scelti ovviamente possono essere letti anche in altri periodi dell’anno, ma dato che d’estate c’è caldo – e purtroppo io con il caldo leggo di meno perché il mio cervello va in OFF, e in generale riesco di meno in tutto– i libri che vi citerò hanno un contenuto leggero ( il leggero è soggettivo) e quindi di facile lettura, senza essere banale. Cominciamo subito la piccola lista con:

  • Il Richiamo del Cuculo, di Robert Galbrait aka J.K.Rowling: è un giallo di stampo classico, alla Holmes, ma davvero ben scritto e non troppo impegnativo. Romanzo giallo che coinvolge e ben strutturato, lo consiglio a chi piace molto questo genere e ha voglia di mettersi in gioco per scoprire chi è il colpevole. ( N.B. Credo che qui non ci sia la Rowling che troviamo in Harry Potter, ma i suoi personaggi sapranno comunque meravigliarti e sorprenderti. Magari potrai affezionarti a qualcuno di loro.);
  • La Casa Per Bambini Speciali di Miss Peregrine, di Ransom Riggs: questo mistery appassionante vi saprà davvero catturare nella storia attraverso uno stile di scrittura semplice ma diretto. Alcune stupende foto d’epoca vi sapranno mostrare alcuni personaggi della storia, il che rende davvero tutto molto veritiero e scorrevole; lo consiglio a chi piace le storie gotiche e paranormale;
  • Cuore d’Inchiostro, di Cornelia Funke: mi ricordo che all’epoca lessi questi libro proprio in questo periodo. Sebbene sia una storia fantasy per ragazzi, credo che anche gli adulti debbano leggere questo tipo di storia. Chi di noi non vorrebbe perdersi all’interno del libro che ama alla follia? Consigliato a chi ama fantasticare e sognare;
  • La Ragazza con l’Orecchino di Perla, di Tracy Chevalier: uno dei miei libri preferiti in assoluto, la storia vi trasporterà in un Olanda del passato, un epoca in cui il pittore Vermeer era nel fiore della sua produzione pittorica; la narrazione è liscia come il letto del mare, la storia d’amore toccante e che ti lascia un po’ l’amaro in bocca. Davvero stra consigliato a tutti gli amanti della storia dell’arte;
  • Il Giardino degli Incontri Segreti, di Lucinda Riley: se siete amanti delle grandi storie d’amore, vi consiglio caldamente questo libro dell’autrice (ma in generale anche tutti gli altri): vi saprà trasportare nell’India e nell’Inghilterra della Guerra Mondiale, dove i segreti di una famiglia benestante si intricano con il destino di una ragazza non molto fortunata…davvero una storia d’amore dolce che vi saprà scaldare il cuore ( oltre al sole!);
  • Orgoglio e Pregiudizio, di Jane Austen: anche se è estate, un classico non vi rovinerà le vostre vacanze. Questo è il romanzo più famoso della Austen, e credo anche il più “leggero” della sua carriera. Può l’orgoglio farti compiere azioni sbagliate anche di fronte all’evidenza? Consigliato a tutti quelli che non l’hanno letto.

La mia piccola lista termina qui. Se riuscirò -tempo a parte- pubblicherò altri piccoli post-consigli di lettura per aiutarvi nella scelta delle vostre letture estive.

Naturalmente siete liberissimi di lasciare tutti i vostri consigli librosi qui sotto in un commento, nella speranza che quelli citati non li abbiate già letti siano di vostro gradimento.

Dove andrete in vacanza quest’anno?

Resterete a casa come la sottoscritta?

Ditemelo in un commento ♥

Cos’è Bookmooch + Book Haul

Cattura

Molto spesso vi parlo di questo sito: Bookmooch. Ma che cos’è Bookmooch? E’ un sito internazionale di scambio libri usati, ma differenzia da tantissime altre piattaforme – come aNobii etc- perché si basa  sulla raccolta punti, e non sei per forza vincolato per la persona con cui scambi il libro.

Mi spiego meglio come dovete fare:

  • Vi registrate e aggiungete all’inventario i libri che non vi interessa più tenere nella libreria: tutti quei libri che non vi sono piaciuti, che non volete tenere perché non vi interessano, libri che volete assolutamente disfarvene per qualche motivo. Ad ogni libro aggiunto vi verrà assegnato 0,10 punti; arrivati ad 1 punto potrete richiedere un libro che vi interessa nella vostra wishlist;
  • Aggiungete alla vostra lista desideri quei libri che volete: appunto, quei libri che VOLETE e BRAMATE assolutamente; badate che Bookmooch Italia è un sito abbastanza nuovo, quindi dovete pazientare per richiedere i vostri libri che desiderate; ma prima o poi arrivano, credeteci! Vi arriverà una mail che il libro prescelto è ora disponibile, e voi lo potete subito richiedere al donatore;
  • Quando vi richiedono dei libri del vostro inventario: vi verrà assegnato 1 punto, che voi potrete usare per richiedere un libro ad un altro utente, non per forza con quello con cui scambiate. In un bel piego libri ( 1.28 euro di spesa) andrete alle poste e spedirete – a spese vostre- il libro richiesto (nella speranza che non vada perso e che ci metta relativamente poco ad arrivare). Quando il libro arriverà al destinatario (se sarà soddisfatto al 100×100 delle condizioni del libro) vi verrà assegnato +1 punteggio feedback (che non vi servirà per i libri, ma per farvi buon nome, diciamo così);
  • Quando volete richiedere un libro che vi interessa: lo richiedete al donatore (informatevi sempre sulle condizioni del libro, se ci tenete all’aspetto; altrimenti se siete come me, accontentatevi xD) e vi verrà scalato sempre 1 punto; al più presto il donatore vi spedirà il libro gratis: sì avete capito bene. GRATIS. Tutte le spese di spedizione sono SEMPRE a carico del donatore, quindi il destinatario riceverà il libro gratis. 

Non trovate che questo metodo di scambio sia eccezionale? Ormai è da quasi un anno che sonno in questo sito, e devo dire che il risparmio è tantissimo. Sinceramente preferisco spendere 1.28 di piego libri piuttosto che 20 di un libro nuovo -non so se mi son spiegata!-; e poi il fatto che puoi richiedere solo quel libro che ti interessa senza essere per forza vincolato al donatore è un passo in avanti. Vi consiglio caldamente di iscrivervi, se volete completamente cambiare libreria – fate conto che da quando ho donato i libri che non volevo, la mia libreria mi piace di più e la lista di libri da leggere aumenta sempre di più.

Vi lascio qui il mio inventario di libri che voglio donare, nel caso a qualcuno interessi qualcosa può richiedermelo senza problemi.

Book Haul

Non è propriamente un acquisto, ma rientra in quella categoria di libri che si sono aggiunti alla libreria – ancora da leggere-. Naturalmente la mia era solo una scusa per farvi vedere cosa ho ricevuto, chiaro.

20150416_101947

Da quel che ho capito, questo è un prequel che la Bradley ha scritto dopo Le Nebbie di Avalon. L’ho richiesto in inglese, perché vorrei molto approfondire la lingua leggendo e imparando dai libri, e dato che l’inglese qui non è troppo difficile, credo sarà una gioia leggerlo tutto prima de Le Nebbie. Tra l’altro trovo che l’edizione sia bellissima.

20150416_101959

Anche questo in inglese. Non ho mai letto niente di questo autore, e mi piacerebbe molto iniziare da questo; non so, da subito la copertina mi ha ispirato, vedremo quando lo leggerò se il mio istinto è ancora buono o se è da rottamare.

20150416_102010

Ricevuto fresco fresco ieri. Sì, sono l’unica idiota a non aver letto niente di questo autore. Spero di rimediare presto (sì, certo).

20150416_102022

Altro classico storico che mi manca. Ma perché devo essere sempre l’ultima ruota del carro? Anche se l’edizione è stracciatissima, non vedo l’ora di poterlo leggere. Tra l’altro è un’edizione piccola e molto pratica da portare in borsa.

20150416_102034

Avevo già letto dell’autrice La cavalcata dei morti, che mi era piaciuto abbastanza. Dato che ne ho sempre sentito parlare bene, voglio continuare a leggere questa serie di gialli con protagonista l’ispettore Adamsberg, personaggio che sinceramente devo ancora capire a fondo. Vedremo se in questo libro riuscirò a farmi un idea più precisa.

20150416_102045

Ho sentito di questo libro solo che cose belle, quindi ero stra-curiosa di leggerlo pure io. Racchiude tre libri in uno, e direi che questo è stato un affarone.

20150416_102102

Di questo autore ho già letto ed amato Le Vergini Suicide. Ma dato che questo è il suo lavoro più conosciuto, giustamente non posso perdermi questo romanzo. Sinceramente non vedo l’ora, ho aspettative molto alte.

20150416_102124

Preso sempre su Bookmooch per mia madre – che ama tanto i romanzi sentimentali-, ma non le è piaciuto moltissimo. A me non attira, ma per chi fosse interessato me lo richieda che glielo spedisco moooolto volentieri.

20150416_102134

Libro donato da una certa Gloria, La Boutique del Mistero è uno di quei libri che mi tocca leggere piano piano; è una raccolta di racconti, ne ho già letti alcuni, ma spero di terminare presto la lettura di questo volume perché me ne hanno comunque parlato in modi entusiastici – tra l’altro sono in compagnia di questa Gloria, del suo amore Max e di tutti cuori e cuoricini ai lati delle pagine.-

20150416_102145

Libro pressoché nuovo, letto una volta per un esame e poi basta. Che peccato, sinceramente. E’ dal liceo che volevo leggere questo romanzo, perché Joyce mi piaceva molto e mi dispiace averlo abbandonato per strada. Non vedo l’ora di poterlo approfondire di più.

20150416_102156

Questo romanzo c’è chi lo ama e chi lo odia. Per ora non ho sentito pareri molto positivi, ma dato che il 400 è uno dei miei periodo storici preferiti, vorrei davvero dare una possibilità a questa autrice e liberarmi di tutti i pregiudizi al riguardo. Speriamo bene.

La mia lista di entrate librose è finita, ma ce ne sarebbero molti altri da mostrarvi – ah, pigrizia!-

Voi che ne pensate di questo modo di scambiare libri?

Avete letto questi libri? Con quale devo iniziare?

Ditemelo in un commento ♥

Ebook-reader Tag + Confronto\ considerazioni e-reader e libri cartacei

L’e-reader, per i lettori compulsivi, è diventato un bene primario immancabile. Ci sono molti pareri discordanti al riguardo, ovvero chi preferisce solamente i libri cartacei e chi invece ama entrambi i formati; oggi vorrei proporvi un tag che ho visto da un po’ di tempo gironzolare del tubo, e che ogni youtubers che parla di libri ha praticamente fatto. Vi lascio il link al video originale di Luisaa85, una ragazza che trovo intelligentissima ma che purtroppo non fa più video su YT.

  1. Che ebook reader hai? Da quanto lo possiedi? Possiedo un Quantex 4GB da quasi due anni e mezzo ( eh no, il Kobo non è l’unico e-reader al mondo esistente);
  2. Perché hai scelto questo modello? Mi è stato regalato per il mio compleanno a mia totale insaputa, ed è stata una sorpresa graditissima. Era da molto tempo che volevo un e-reader, e una mia cara amica ( grazie Giada ❤ ) mi rese felice;
  3.  Leggi le tue statistiche di lettura o elenca quanti libri hai letto tramite dispositivo Purtroppo – o per fortuna- il mio ereader non presenta questo tipo di statistiche; ma devo dire che ultimamente ( ovvero da un annetto) ho cominciato a leggere molto spesso in ebook, e più o meno posso dire di aver letto una cinquantina di libri;
  4. Carta o ebook? Da vedersi sotto.
  5. Consiglieresti o no l’acquisto di un dispositivo di lettura? Assolutamente sì. Se l’e-reader ha la capacità di invogliare a leggere ben venga; queste ultime generazioni fissate sull’elettronica e digitale molto spesso non sono affatto fan dei libri cartacei ( forse perché vecchio stile) e l’e-reader può essere una valida alternativa per far leggere anche ai non-fan della carta;
  6. Qual è il lato positivo del possedere un dispositivo? Lo puoi portare ovunque; sicuramente i lettori pendolari capiranno a fondo la mia frase: lo metti nella borsa\zaino, occupa poco spazio e contiene molti libri. Il mio dispositivo contiene anche spazio per metterci la musica (cosa che il Kobo non ha) e mentre leggo posso ascoltarmi la mia musica dall’ereader senza bisogno dell’mp3;
  7. Qual è il lato negativo del possedere un dispositivo? Non averlo in cartaceo se ti piace da impazzire. Ma comunque lo potrai comprare in seguito, se hai la fortuna di trovarlo in offerta o nei negozi dell’usato;
  8. Quanto solitamente sei disposto a spendere per un ebook? Secondo te i prezzi degli ebook sono equilibrati? Domanda spinosa: non voglio spendere al di sopra dei 5 euro a meno che non ne valga proprio la pena. Molte volte i prezzi sono messi a casaccio ( e quindi non vale la pena prenderlo in ebook), altri invece ti fanno risparmiare parecchio ( meglio spendere 7 euro piuttosto che 25, no?);
  9. Il titolo dell’ultimo libro formato ebook che hai letto Ho letto Lizzie di Shirley Jackson; tutt’ora, sempre in ebook, sto leggendo la seconda indagine di Cormoran Strike della Rowling;
  10. Il titolo dell’ultimo libro formato cartaceo che hai letto Ieri ho finito di leggere Andromeda Height #1 di Banana Yoshimoto, davvero un libro piccino ma che mi è piaciuto molto. Ve ne parlerò meglio nel wrap up del mese.

Considerazioni su e-reader e libri cartacei

Sproloqui a caso

Devo essere sincera: quando mi regalarono l’e-reader feci fatica ad approcciarmi a questo aggeggio. Forse perché dentro di me preferivo i libri cartacei, forse perché non volevo fare questo passo avanti e rimanere fedele alla carta; infatti il primo libro che lessi, ricordo, fu il Seggio Vacante della Rowling: a parte il fatto che lo abbandonai perché non mi stava piacendo per niente, non riuscivo ad entrare nell’ottica di non poter voltare le pagine, di non poterle toccare con mano, non poter annusarlo ( non sono l’unica che lo fa, vero?). Cosi lo abbandonai per un po’, nella speranza che mi venisse l’ispirazione per poter leggere qualcos’altro.

Recentemente però, questa esperienza – iniziata un po’ malaccio- sta diventando positiva: per quanto io rimango sempre amante dei libri cartacei, l’e-reader ha assunto un plus alla mia esperienza di lettrice: con questo posso leggere tutti quei libri che magari non mi interessa avere fisicamente, che magari costano troppo e non posso permettermi etc etc.

Ha assunto un valore importante da quando ho cominciato a viaggiare spesso in treno per andare a trovare il mio ragazzo a Verona. Invece di portarmi un malloppo di libri in valigia o nella borsa, l’ereader è pratico e può contenere milioni di libri, che si possono poi togliere e metterne altri.

Mi capita spesso di leggere molto più velocemente un ebook che un libro cartaceo proprio per questo motivo: lo porto con me ovunque, e lo leggo in tutti i posti immaginabili. Secondo me è un ottimo modo per incentivare la lettura a tutti i terrestri.

Facciamo un esempio: il mio ragazzo era fissato con i romanzi di Dan Brown ( dovete tener conto che lui non è un lettore e non gli piacciono i libri) e ricordo che, essendo amante della tecnologia, dando un occhiata al mio e-reader trovò l’ebook di uno dei suoi libri; fatto sta che incominciò a leggerlo così per curiosità, e alla fine non me lo restituì finché non lo finì. Ditemi se non è una bella cosa questa!

Ormai alle generazioni -ragazzini- di oggi, diciamocelo, non piace leggere (la maggior parte), perché troppo focalizzati sulla tecnologia e sul mondo di internet. Credo che l’e-reader sia un passo avanti verso la diffusione della lettura

Voi cosa ne pensate riguardo l’e-reader?

Ditemelo in un commento ♥

Let’s talk about…Kate Morton | Focus On

tumblr_inline_mo6rsauHPv1qz4rgp

Che bello poter iniziare la domenica mattina scrivendo un post nel mio blog. E dato che finalmente posso riposarmi un po’ e sono libera dai miei impegni, ho deciso di iniziare un’altra rubrica dove vi parlerò i un autore in particolare, concentrandomi sulle loro pubblicazioni, il mio parere sulla scrittura, perché mi piace così tanto etc etc. Sarà praticamente un Focus On. 

Questa mattina ho il piacere e l’onore di potervi parlare di un’autrice australiana che -davvero- AMO alla follia. Sto parlando di Kate Morton.

kate

Kate è nata nel Queensland, nel sud Australia, ed è la maggiore di tre sorelle. Si spostò numerose volte con la famiglia prima di risiedere, in ultimo, nelle Tamborine Mountain dove frequentò una piccola scuola di provincia. Riuscì poi a conseguire un diploma in Speech and Drama al Trinity College di Londra, ottenendo riconoscimenti per la sua Laurea in Letteratura Inglese presso la Queensland University. A seguito di ciò ottenne una borsa di studio e completò una Master’s degree incentrata nella tragedia in epoca Vittoriana. Kate in giovane età si innamorò della lettura. I suoi libri preferiti erano quelli di Enid Blyton. Fu un amore sentito fortemente, perché erano segreti e misteri ad affascinare la mente della piccola Kate, tenendola sveglia nella notte, costringendola a sfogliare pagine o a dattiloscriverle. Quando finì la scuola, Kate si conquistò un diploma in Speech and Drama al Trinity College di Londra. Dopo un tentativo fallito di fare “qualcosa d’importante” e di ottenere una laurea in arte o in giurisprudenza, completò un corso shakespeariano estivo alla Royal Academy of Dramatic Art di Londra e per qualche tempo pensò che il suo destino fosse nel mondo del teatro. Finché non si rese conto che non era della recitazione che era innamorata, ma delle parole.

I libri di Kate Morton parlano di famiglia, di amore, di vita. Le sue storie, ambientate sempre tra il periodo della Prima Guerra Mondiale e i giorni correnti, sono un viaggio che ti trasporta nel passato, in quei segreti che ogni famiglia nasconde. I suoi romanzi sono cronologicamente: Ritorno a Riverton ManorIl Giardino dei Segreti, Una Lontana Follia, L’Ombra del Silenzio.

Due anni fa ho ricevuto in regalo il suo terzo libro –Una Lontana follia– e prima di allora non avevo mai sentito parlare di questa autrice. Ero anche abbastanza scettica, perché mai prima di allora mi ero inoltrata nel genere delle saghe familiari – lo iniziai con quella superficialità del tipo: “Massì, tanto sarà sempre una delle solite storielle strappalacrime”-. Devo dire che invece lo adorai già da subito: Kate Morton ha la capacità di scrivere talmente tanto bene, in un modo così ordinato e chiaro, che la lettura procede veloce e incalzante e ti rendi conto di aver letto 50 pagine solo quando alzi l’occhio verso l’orologio e vedi che stai facendo tardi per un appuntamento. Le sue storie sono affascinanti, e sembrano un copione per un film. Chiare sono le descrizioni dei luoghi – sembra davvero di ritrovarseli davanti-, chiari sono i profumi dei giardini che descrive, chiari sono i caratteri di ogni singolo personaggio.

Credo sia questa la grandissima forza dell’autrice: oltre ad avere un talento innato, l’autrice mai fa compiere un’azione ad un suo personaggio senza un fine, senza una giustificazione; per quanto quel personaggio sia cattivo o buono, Kate ci vuole quasi far capire che non tutto è oro quel che luccica, e che in ogni essere malvagio c’è qualche briciola di bene e viceversa.

Nei suoi libri grande è il presenza tra le due dualità quali sono il passato e il presente: perché ciò che siamo è il risultato di tutte quelle azioni che abbiamo compiuto. Il passato è sempre incorniciato dal tragico evento della guerra, che altro non fa che influire sulle vite di tutti i personaggi, sconvolgendo le loro vite. Il presente è carico di amarezza, tante volte pesante da sopportare. I segreti sono difficili da tenere dentro.

In poche parole, Kate Morton riassume tutto ciò che mi piace trovare in un libro: misteri, segreti, amori e passioni – senza mai cadere del melodrammatico-, grandi castelli gotici, grandi giardini e poi, ovviamente, libri.

Queste parole non rendono la grandezza di questa autrice. Vi consiglio di leggere il suo libro Il Giardino dei Segreti ( ne dovrebbe uscire anche un film), uno dei suoi migliori libri. Poi tornate qui e scrivetemi cosa ne pensate. Vi assicuro che leggerete questo libro con il cuore tra le mani.

Spero almeno di avervi fatto incuriosire riguardo questa autrice, datele una possibilità perché davvero merita tantissimo.

Sito di Kate Morton: www.katemorton.com

Sciau ♥