Project 10 books | 10 libri dalla mia libreria ancora da leggere

Nuovo anno, nuovi entusiasmanti libri da poter leggere.

Sistemando nella mia camera stamattina, mi sono resa conto della quantità immensa di libri ancora da leggere.

Devo ammetterlo, gli ultimi mesi del 2014 ho dato sfogo alla mia bramosia di libri e ne ho comprati tantissimi, senza contare gli scambi che ho fatto su Bookmooch e su Anobii, gli ebook e vari altri prestiti da amici e amiche. E molti soldi sono stati spesi per questo fine.

Dato che le mie finanze stanno calando, mi sono imposta un project 10 books, ovvero prima di comprare altri libri devo finire di leggere almeno 10 libri della mia scorta ( per la felicità del mio ragazzo).

Non vi sembra un ottimo modo per risparmiare? Fate conto che DEVO impormi di non comprare libri, perchè ogni volta che entro in una libreria non riesco a frenare l’impulso di prendere un libro. Ma so che posso farcela ( cross your fingers for me! x )

Allora, i libri in questione sono:

Primo project 10 books

Primo project 10 books

  1. Dio di Illusioni di Donna Tartt (attualmente in lettura)
  2. Rabbia di Chuck Palahniuk (attualmente in lettura)
  3. Mistborn, l’Ultimo Impero di Brandon Sanderson
  4. Storia d’Inverno di Mark Helprin 
  5. I Pilastri della Terra di Ken Follett
  6. L’Incendiaria di Stephen King
  7. Requiem per il Giovane Borgia di  Elena e Michela Martignoni
  8. Anna Karenina di Lev Tolstoj 
  9. Un luogo incerto di Fred Vargas
  10. Ritorno a casa di Rosamunde Pilcher

Può essere che man mano che leggerò questi libri cambierò i titoli da leggere (in quanto ne ho altri che mi aspettano), perché come sempre mi lascio guidare dal mio stato d’animo del momento.

Ma essenzialmente saranno sempre 10 libri che voglio assolutamente leggere.

Cosi poi avrò la scusa di poterne prendere altri, no? 😉

Molte volte mi sento davvero uno schifo, e non è molto normale continuare a prendere libri come se fossero caramelle; con questo project, oltre che finire parte della mia scorta di libri, voglio autoimpormi una sorta si self-control nel comprare libri e vedere se riesco a impormi di non spendere altri soldi fino alla fine del project.

Voi avete mai avuto problemi di questo tipo?xD

Che il project abbia inizio!

V.

Annunci

13 thoughts on “Project 10 books | 10 libri dalla mia libreria ancora da leggere

  1. Sì, anch’io ho avuto problemi di questo tipo: voler comprare tanti libri, e accorgersi che non è possibile. Per esempio, in questi giorni ho trovato su Internet 5 libri che hanno attirato la mia attenzione:

    Marco Greganti, “L’ultimo diario”
    Irene Incarico; Elisa Podestà, “Notturno digitale”
    Marco Ursano, “Cronache dalla seconda guerra dell’acqua”
    Paolo Viotto, “Il delegato del principe”
    Breem Wallace, “Aquila nella neve”

    Mi sarei potuto permettere di comprarli tutti, ma la spesa sarebbe stata ugualmente folle; dato che mi attiravano troppo tutti e 5 per fare una scelta, ho deciso di non comprarne neanche uno.
    In compenso ho preso 4 libri in biblioteca:

    John Green, “Città di carta”
    Thomas Pynchon, “Vizio di forma”
    Stephen King, “L’uomo in fuga”
    Stephen King, “Mr. Mercedes”

    Il primo lo so leggendo e finora mi piace; il secondo ho in programma di leggerlo a breve, perché a Febbraio esce il film e voglio andare a vederlo con cognizione di causa.
    La scelta di leggere il libro a ridosso dell’uscita del film, oltre che per Vizio di forma, l’ho fatta anche per i seguenti romanzi:

    Philip Roth, “L’animale morente” (film: Lezioni d’amore)
    Peter Cameron, “Quella sera dorata” (film omonimo)
    Kathryn Stockett, “The Help” (film omonimo)
    Don Winslow, “Le belve” (film omonimo)
    George V. Higgins, “Cogan” (film omonimo)
    Tonino Benacquista, “Malavita” (film: Cose nostre – Malavita)
    Richard Stark, “Flashfire – Fuoco a volontà” (film: Parker)

    In 2 casi (Le belve + Cogan) il libro mi è piaciuto così tanto che poi non sono andato a vedere il film, perché ero certo che non avrebbe retto il confronto. 🙂

    • Già, comprare libri pur sapendo che a casa ci aspetta un monte è una cosa che accomuna gran parte dei lettori accaniti.
      Generalmente il libro è sempre meglio del film, a parte qualche rara occasione.
      Mi hai dato ottimi spunti per vedere film, tra l’altro, grazie 😀
      La biblioteca della propria città è davvero una manna, anche se purtroppo la mia non è molto fornita (almeno non negli standard che intendo io), però è un ottimo modo per leggere libri senza dover comprare per forza!

      Tu hai un ebook? oppure leggi in digitale?

      Grazie per il commento! ❤

      • Non tutti i film che ho elencato sono belli. Gli ultimi 2, ad esempio, non sono all’altezza del libro, anche se per motivi diversi: Parker perché si inventa mille cose che nel libro non ci sono, Cose nostre – Malavita perché la comicità di Benacquista funziona su carta ma non sullo schermo.
        Lo stesso discorso di Benacquista per “I ragazzi del coro” di Joseph Wambaugh: il libro ti fa spanciare dalle risate (forse è il romanzo più divertente di Wambaugh dopo “Hollywood Crows”), il film invece ti mette solo tristezza per quanto è brutto.
        Non leggo ebook. Soltanto una volta ho acquistato un libro in formato digitale (“Una vita a colori” di Mara Boselli), perché non era disponibile il formato cartaceo, e comunque anche in quel caso ho messo il libro nella cartella “Documenti” e non l’ho letto. Lo farò, prima o poi.
        Ah, “Città di carta” ho deciso di leggerlo grazie alla raccomandazione di questa youtuber:

        Talvolta parla di libri troppo “giovanili” per me, ma in linea generale tendo a dare fiducia ai suoi consigli. E poi è troppo simpatica! 🙂
        Anch’io ti ringrazio per l’educazione che dimostri nel rispondere sempre ai miei commenti: purtroppo molti bloggers non lo fanno. Buone letture! 🙂

      • Sì ti capisco, purtroppo anche io avendo un e-reader ogni tanto mi dimentico di avere ebook tra i miei documenti xD Sono una fan del cartaceo, ma l’ebook per lo più lo uso per quei libri che non voglio avere personalmente, quindi lo trovo pratico per quello 🙂
        (sei davvero un top anche campo cinema! )

        Che youtuber carina ^^ anche io ne seguo un bel po’, sia italiani che stranieri, e sono davvero una fonte inesauribile di spunti e idee per leggere nuovi libri e scoprire autori.

        Devo ricambiare di nuovo il “grazie” per commentare sempre i miei articoli, grasssie (scritto alla veneta proprio) *_* Per me la cortesia e il rispetto è importantissimo; poi purtroppo è vero, ci sono molti blogger che si credono il dio sceso i terra e si danno molte arie (tante volte nemmeno mi cagano nei loro commenti).

        Un abbraccio!

  2. Attendendo con pazienza per anni che le edizioni paperback siano in forte sconto, ho questo problema quando un blocco della mia lista finisce per essere davvero conveniente e, puntandone i titoli da anni, non riesco a ignorarli quando diventano appetibili.

    Quest’anno ho intenzione di leggere 10 libri “in giacenza” dallo scorso anno e di finire i rimasugli degli acquisti di un mio viaggio di qualche anno fa a NY. Interrompere l’acquisto per il tempo necessario a finire 10 tomi però non sarebbe fattibile per me. In fondo sono quasi sempre libri che ho desiderato tanto e ci sono mesi in cui i libri ordinati vengono letti non appena varcano la soglia di casa, oppure sono tomi che ho letto in precedenza e desidero possedere…in bocca al lupo per la tua sfida!

    PS Se ti serve uno sprone, puoi impostare una sfida ad hoc su Goodreads.

    • Ehehe, fai bene ad aspettare le edizioni paperback, anche io molte volte faccio così.
      E’ la prima volta per me che faccio una sfida del genere, quindi da una parte mi incuriosisce mettermi alla prova in una nuova sfida a non comprare libri ( e fai conto che sono migliorata rispetto a tempo addietro! 😀 )
      Ti ringrazio per l'”in bocca al lupo” ( e crepi soprattutto), e grazie anche per il commento 🙂

  3. io ho cercato di impormi questa cosa un milione di volte, ma quando sto leggendo il primo dei dieci son già li in libreria che compro compulsivamente… ho provato varie volte a impormii anche una spesa massima di 10 euro…. ma anche li finisce sempre male! un disastro insomma! :)))
    bella la tua lista…
    come va con la Tartt? ti sta piacendo??? io sono indecisa se leggerlo o no! :/

    • Ciaoo 🙂 guarda, è davvero difficile anche per me questa sfida, ma sono una testa dura e quando mi impongo una cosa la porto a termine! (Ti capisco, l’ultima volta che ho comprato libri mi ero detta: nah, mi prenderò solo un libricino…alla fine ho fatto 30 euro di spesa xD )

      Con la Tartt va abbastanza bene. E’ davvero una scrittrice favolosa, ma è molto descrittiva nei suoi passaggi, quindi la narrazione a volte è un po’ lunga e peante. Sono a pagina 113 ma è solo il 3° capitolo O_o però wow…è un libro che va letto, e anche se non l’ho finito ti consiglio caldamente di leggero 😉

      • Io più mi impongo, meno riesco a resistere porca paletta! :/ …. È li il
        Problema, mi annoiano le descrizioni troppo lunghe… Ma penso che ci proverò lo stesso… Xk ogni volta che entro in libreria l’occhio li mi cade!!!! 🙂 anche a te i libri ti chiamano?? Hahaha

  4. Pingback: January 2015 Wrap Up | Un mese di libri | Valentina Reads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...